promo copia 2

Avventura cominciata 4

Finalmente l’Australia. Atterriamo a Melbourne alle 6.30 del mattino dopo solo 5 ore e mezzo di volo da Singapore. Purtroppo appena scesi dall’aereo il personale di servizio ci dice che dobbiamo necessariamente riprendere i nostri bagagli per poi riconsegnarli al check-in del volo interno. Non è una buona notizia. Abbiamo pochissimo tempo (un’ora circa) e dobbiamo fare la dogana e sperare in una consegna veloce dei bagagli. Conoscendo le procedure australiane nutro forti dubbi nella riuscita dell’impresa. Comunque ci proviamo. Arriviamo tra i primi al controllo passaporti con bagagli a mano e Diego in braccio. Finalmente la verifica se la mia residenza temporanea è ancora valida visto che non mi faccio vedere in Australia da un anno e mezzo. Tutto fila liscio senza un solo intoppo. Evidentemente mi stavano aspettando e ne avrò la conferma due giorni dopo quando mi arriverà a casa l’importante documento che attesterà mia mia residenza DEFINITIVA. Arriviamo quasi per primi al ritiro bagagli pregando che la consegna sia veloce ma soprattutto che le nostre valigie siano tra le prime. Infatti i nostri bagagli sono proprio tra i primi ad essere consegnati. Non siamo a Roma e qui si dà la precedenza a chi deve prendere voli interni. Peccato però che abbiano dimenticato il passeggino che avevamo consegnato alle hostess prima dell’imbarco a Londra. Maledetto passeggino. Più di mezz’ora per cercarlo e trovarlo. 20 minuti al volo per Adelaide e ancora dovevamo consegnare i bagagli al check-in. Prendiamo la nostra montagna di bagagli e ci dirigiamo di corsa verso l’entrata dell’aeroporto dove c’è il terminal Qantas. Ci precipitiamo al bancone e appena in tempo riusciamo ad imbarcare i bagagli. Altrettanto di corsa ci dirigiamo al nostro gate per prendere il piccolo 737-800, lo stesso utilizzato in Europa anche dalla Ryanair (mica tanto piccolo in realtà ma confronto al jumbo di prima sicuramente si.). Che bello. Siamo a bordo. Solo 50 minuti ci separano dalla fine della nostra lunga traversata. E’ davvero piacevole essere qua. Il sole è ormai alto e incredibilmente neanche mi accorgo del decollo. Tanto rilassata è adesso l’atmosfera che niente potrebbe accadere. Adesso fa davvero effetto vedere il personale dell’aereo portare in fretta la colazione perchè il volo è talmente breve da riuscire a malapena ad effettuare tutte le operazioni. Infatti non facciamo nemmeno in tempo a finire che già ci tolgono i piatti e il pilota comunica che siamo in discesa finale su Adelaide. Dall’alto notiamo Victor Harbor, le spiagge bellissime dove siamo stati due anni fa in una delle nostre gite domenicali. Il pilota si allarga sul mare. Atterreremo sulla 05. Visto il bel tempo probabilmente faremo un visual approach. Sulla 05 infatti non c’è ILS per l’atterraggio strumentale (solite seghe mentali ma quando uno è malato è malato .. stop). Tocchiamo terra, il pilota usa solo un poco di reverse poi fa scivolare volutamente l’aereo fino in fondo alla pista visto che è là che si trova il terminal. Liberiamo e ci portiamo al vicino gate Qantas del nuovissimo e bellissimo aeroporto internazionale di Adelaide. Mi è mancato molto. Quante giornate c’ho passato. Questa volta aspettiamo che tutti i passeggeri escano dall’aereo. E’ tutta gente d’affari che ha fretta di andare al lavoro. Non vogliamo intralciarli con i nostri numerosi bagagli da scaricare. E con Diego :-) Usciamo per ultimi. Prendiamo il ponte che ci porta all’interno della struttura. Guardo fuori e vedo quello che solo chi è stato in Australia può capire. La luce che rende tutto così incredibilmente definito. Le colline di Adelaide sono lontane ma sembrano chiarissime con questa luce. E’ una sensazione vagamente paragonabile a quando in Italia esce il sole dopo un forte temporale. Guardo in alto e vedo i familiari di Orietta che già la stanno abbracciando. Il loro sguardo ora è verso di me e Diego che mi porto in braccio. Stanco, esausto, disorientato ma estremamente felice per la fine del lungo viaggio mi dirigo verso la mia nuova Vita in Australia.
Rate this blog entry:
Avventura cominciata 3
Prime impressioni e consapevolezze
 

Leave your comments

Post comment as a guest

0
Your comments are subject to administrator's moderation.
  • No comments found