promo copia 2

Football: Port Adelaide nella Grand Final

Uno dei protagonisti della partita di oggi

Stabiliamolo subito. Io non ho mai seguito lo sport più popolare d’Australia, ovvero il football. Certo è che dopo questo pomeriggio l’occhiolino comincio a buttarcelo. La seconda squadra di Adelaide (nella massima serie australiana, AFL, ce ne sono due), ovvero il PORT ADELAIDE, ha letteralmente stracciato i KANGAROOS in una bellissima partita all’AAMI stadium, dove ho visto il concerto degli U2 tempo fa e che vedete in foto appena qui a lato, valevole per la semifinale del campionato 2007. Il football australiano è una via di mezzo tra il rugby che conosciamo noi e il football americano. Possiede delle regole tutte sue e per questo motivo rimane sempre abbastanza isolato dal resto delle competizioni da questa parte del pianeta. E’ co
munque molto sentito in città anche perchè le due squadre presenti hanno sempre occupato i primi posti della classifica della AFL. Ci sono gli Adelaide Crows (forse quelli che mi sentirei di tifare) e i Port Adelaide, che prendono il nome dalla zona portuale della città dove è nato il team. Diciamo che è un po’ come se fossero il Genoa e la Sampdoria. I Crows purtroppo quest’anno non sono andati oltre la prima fase delle finali e hanno finito la stagione all’ottavo posto. Da sottolineare che gli Adelaide Crows hanno il maggior numero di abbonati dell’intero campionato con quasi 51.000 presenze ad ogni partita casalinga (praticamente l’intera capienza dell’AAMI stadium). L’AFL segue l’evoluzione stagionale che ha anche il nostro basket. C’è una stagione regolare con classifica al termine della quale cominciano i play off (un mini torneo tra le prime della classe con grande finale al termine della stagione). Avviene un po’ come per il Superball negli Usa. La GRAND FINAL ci sarà sabato prossimo e il Port Adelaide, stracciando oggi i Kangaroos, hanno avuto il diritto di accesso per giocarsi la coppa contro il Geelong, una squadra ammazzacampionato (ha vinto tutte le partite tranne una persa proprio con il Port Adelaide) che prende il nome dalla cittadina del Victoria a 75 chilometri a sud di Melbourne.
La finalissima verrà giocata come ogni anno al Melbourne Cricket Ground (che vedete in foto qui a fianco), uno strepitoso impianto da quasi 100.000 spettatori. E’ proprio a Melbourne che è nato questo sport e sono di questa città ben 9 squ
adre del campionato, due di Adelaide, una di Sydney, una di Brisbane, un’altra è appunto il Geelong sempre nel Victoria e due sono di Perth. Diciamo subito che agli abitanti di Melbourne non va molto giù l’idea di non avere almeno una delle loro 9 squadre nella Grand Final ma dopotutto è il secondo anno di fila che accade (lo scorso anno la finale fu disputata tra Sydney e West Coast di Perth vinta per un punto proprio da questi ultimi). Il football come dicevo è lo sport invernale più seguito. Specifico la stagione perchè d’estate il re assoluto è il tanto amato-odiato Cricket (una “palla” mostruosa che fa addormentare alcuni e appassionare altri).
Proprio a causa di questa partita oggi in giro per la città c’era davvero poca gente nonostante la bellissima giornata di sole con 26 gradi di temperatura. 
Mancano 10 giorni alla partenza. Oggi in giro in scooter assaporavo gli odori dei fiori che si sentono anche da noi a primavera. Era bellissimo. Girovagavo tornando a casa cercando di carpire ogni particolare di quello che stavo percependo consapevole di farlo per una delle ultime volte. Un po’ di tristezza e malinconia c’è sicuramente. Come è presente il rimpianto, fino ad ora, di non aver visto la vera Australia. Poi però mi tiro su, pensando soprattutto che abbiamo casa quaggiù, abbiamo la residenza, abbiamo parte della famiglia. Insomma. Una parte della nostra vita rimarrà per sempre in Australia indipendentemente da quello che ci riserverà il futuro. Più ci staremo lontani e più significa che le cose staranno andando bene in Italia. Questo mi consola indubbiamente. Tante persone vogliono i miei contatti al bar e questo mi fa pensare di aver diverse conoscenze in città che vorrò coltivare anche da lontano se possibile.
Alcuni mi chiedono le sorti del sito. Come ho già detto è chiaro che Vita In Australia verrà per lo meno messo in uno stato di sospensione con la continuazione del solo blog. I contenuti del sito cambieranno in base alle mie esperienze italiane ma esiste la possibilità concreta che rimanga in standby per lasciare spazio al mio diario.
Vi terrò aggiornati.
Rate this blog entry:
Football: Port Adelaide nella Grand Final
Auguri Diego !
 

Leave your comments

Post comment as a guest

0
Your comments are subject to administrator's moderation.
  • No comments found