promo copia 2

In volo

Eccomi qua. Siamo ufficialmente in volo. Sono seduto al mio posto 57H con Diego accanto a me. Sta guardando Toy Story 3 e pare molto felice di vederlo. Finalmente. Ma non è stato facile. Tutt'altro. Questa mattina mi ha portato mio suocero in aeroporto ad Adelaide. Non ce la siam sentita di far venire anche Orietta, Diego ci sarebbe stato troppo male nell'accorgersi che sua mamma non veniva con noi. È stato tutto abbastanza tranquillo fino a quando, ad un certo punto mentre attendevamo l'imbarco al gate, Diego si è messo a piangere da solo e guardandomi con i suoi occhioni dolci e pieni di lucciconi mi ha chiesto dove fosse la mamma .... "Babbo... sniff... Voglio la mamma". Ecco. In tutta la mia vita non potrò mai scordare quel suo viso. Mi ha fatto una pena tale da fari mettere in discussione tutto il viaggio. Mi ha colpito al cuore così a fondo da far traballare la mia razionalità. Così, piangendo anch'io, ho chiamato Orietta e tutti e tre abbiamo pianto insieme come bambini. È stupido per alcuni ma noi pensiamo che la nostra famiglia debba stare sempre unita .... sempre. Ho sottovalutato la reazione di Diego e me ne pento. Durante tutto il primo volo ogni volta che nominavo Ori o Mattia Diego si metteva improvvisamente a piangere e mi stringeva. È stato un sentimento nuovo per me, devastante. Solo chi ha figli può capire. E solo fino a quando non li avrete non potrete MAI capire la magia che lega un genitore al proprio bambino. Non si finisce mai di provare emozioni nuove con loro, ogni giorno. Intanto siamo a 36 mila piedi, 10 mila metri. Mancano ancora 6 delle 9 ore totali all'arrivo ad Hong Kong. Questo che sto facendo è il volo che più mi impensierisce per via del meteo. Come ho scritto ieri le aerovie tra l'Australia e Hong Kong passano per le Filippine dove attualmente è in fase di svolgimento un forte tifone. Quell'area è sempre molto turbolenta e tra poco la raggiungeremo. Stiamo infatti per raggiungere la costa nord australiana e tra un'oretta sorvoleremo Darwin e poi ..... Tutto mare fino ad HK. L'aereo è mezzo vuoto. Mai trovata così poca gente su un Cathay. Il tizio accanto a me occupa sdraiato da solo tutti i 4 posti della fila e come lui anche molte altre persone. Non vedo l'ora di toccare la pista di Hong Kong. Anche perché nell'altro volo sarà più facile per noi dormire. Per adesso infatti niente. Sono stanco e francamente dormirei ma non me la sento di farlo con Dedo sveglio accanto a me. Aspetto lo faccia lui per primo. È così affettuoso e si sente quanto ha bisogno di coccole. Mi manchi Ori... Tanto :-(


- Postato con BlogPress da iPad
Rate this blog entry:
Si parte
Natale australe
 

Leave your comments

Post comment as a guest

0
Your comments are subject to administrator's moderation.
  • No comments found