promo copia 2

L'amicizia "vera"



Sabato dedicato al relax e alla preparazione di alcune cose per l’Australia. Mi sono alzato tardino, verso le 10, non mi capitava da moltissimo tempo. Ormai da quando avevo il negozio tra impegni e preoccupazioni non riuscivo mai a stare a letto più delle 8 della mattina. Sarà che stanotte ho fatto tardi al sito :-) A proposito: per i miei amici “volatili” ho finalmente aperto la sezione dedicata al volo con le prime foto (ma ne ho tante altre) e i primi filmati fatti durante i viaggi.
Allora, sarò molto cattivo in questa pagina, ve lo anticipo. Non sarà come tutte le altre. Avevo promesso che ne avrei parlato e quindi devo togliermi questo sassolone dalla scarpa. Se non volete sentire sfoghi personali vi conviene saltare questa parte. Sarà fastidioso per alcuni entrare così intimamente nelle relazioni interpersonali mie e dei miei pseudo amici. Quindi vi anticipo che a qualcuno potrebbe dare fastidio.
Prima però il lato positivo di questo sabato. 
Oggi è una gran bella giornata di sole a Vernio, ci sono 14 gradi. Questa sera sarò a cena a Firenze con gli amici di sempre: Cinzia, Alessandro, Giusi, Riccardo, Federico e Barbara (questi ultimi protagonisti assonnati del filmato in aereo che ho appena pubblicato). Andare da loro mi fa sempre stare molto bene, un po’ come stare a casa con la mia famiglia. Mettici pure il fatto che ho un amore morboso per tutto ciò che è fiorentino ... Che bello però, in questi ultimi giorni ho riscoperto l’amicizia sincera e incondizionata. In che senso ? Tante le persone che mi erano accanto solo perché ero quello della radio. Mia mamma, saggia donna, me lo aveva sempre detto: “quando non farai più la radio molte persone si allontaneranno”. Poveri stolti e stupidi, pensate non l’abbia capito ? (riferito a chi si definiva amico vero e che poi è sparito nel nulla). A parte i miei colleghi della radio per me Pesaro è stata una profonda delusione. Gli “amici” di là si sono dimostrati il peggio del peggio. 
E pensare che avevo deciso di stabilirmi per sempre da quelle parti. Pensate, ci sono persone che ritengono Orietta responsabile di avermi portato via, al punto che dopo aver visto le nostre foto di matrimonio ci hanno definito “falsi”. Che buffo però, falsi per cosa ? Secondo me ci sono in giro persone ignoranti che affibbiano aggettivi così tanto per dire qualcosa di negativo senza manco avere una logica nel farlo. Ignoranti appunto. Non ho manco ricevuto una sorta di congratulazioni. Voi direte: “ma saranno stati semplici conoscenti che commentavano superficialmente un episodio”.... seeee ... magari. Erano invece persone molto vicine a me. Persone che sono state invitate molte volte dalla mia famiglia a casa in toscana. Persone a cui ho dato la possibilità di lavorare, anche più di una volta, e che ancora stanno campando dopo che le ho sistemate IO. Perché diciamolo, quando le cose in negozio stavano cominciando ad andare male sono state le prime a cui ho pensato dandogli un altro lavoro più sicuro di quello che gli stavo dando io. Potevo fregarmene no ? Chi mi ha obbligato a fare quello che ho fatto. Potevo pensare solo a salvare me e la mia famiglia. E non ho mai sentito un solo grazie per questo gesto. E’ vero, ancora devono avere diversi soldi dalla mia attività ma dovete sapere una cosa: queste persone hanno ignorato l’invito fatto più volte a venire a prendersi i soldi direttamente in negozio. Pensavo, incontriamoci, chiariamoci, i soldi adesso ci sono, saldiamo il tutto ma per lo meno salviamo quella che credevo una amicizia di lunga data. Secondo voi, perché qualcuno dovrebbe rinunciare ad avere 2.000 euro ? Perché ? Provo a dare io una spiegazione. Forse perché questo qualcuno ha saputo che certe frasi dette da lui e da sua moglie sono come per magia arrivate a me e ad Orietta (che è stata ferita moltissimo in modo gratuito e senza motivo) e adesso si vergognano un tantino a farsi vedere in negozio al punto di rinunciare ad avere soldini che farebbero comodo a chiunque. E pensare che vanno in giro a dire “ah .. guarda, io di Enrico non voglio più saperne niente”. E perché scusa ? Cosa ti ho fatto ? Mi hai sempre detto che potevi aspettare e che per te non c’erano problemi...... e allora ? Abbiamo sempre parlato apertamente di questo, hai sempre saputo che al momento della vendita i primi erano i tuoi e adesso ci sono... ma dove sei finito ? Francesco è venuto in negozio e se li è presi, ha aspettato ma li ha presi. E tu ? Ma non è che per caso preferisci non farti sentire più e rinunciare ad avere quello che ti spetta solo per la vergogna di prendere il telefono in mano ? Bene caro mio, tanto so che vieni in questo sito ad aggiornarti su quello che faccio. Ti invito a prendere quel telefono e a chiamarmi. Porca puttana non capisco l’accanimento su mia moglie. Potevate prendervela con me ... ma Orietta, CHE CAZZO VI HA FATTO ???? Mi fermo sennò divento come voi.
Ecco quindi la differenza tra una coppia come i miei amici di Firenze e una come quella di Pesaro. Distinzione netta nelle sensazioni provocate. Assoluta positività da una, incredibile negatività dall’altra. Credo che abbiate inteso cosa voglio dire. Alle volte passeggiando per strada si incrociano persone, anche semplicemente sfiorandole, dalle quali si può tranquillamente percepire l’anima. Vi sembrano stronzate ? Per me non lo sono. L’anima può essere pura, limpida, splendente, chiara, profumata, serena, quieta, positiva insomma, come quella che percepisco in persone come Alberto, la sua famiglia, Cinzia e tutti gli altri di Firenze, Marco e Giada di Rimini. Ma l’anima può essere anche nera, offuscata, sfuocata, grigia, polverosa, ruvida... che quando la senti ti crea disagio, scompenso, destabilizzazione, angoscia. Ecco cosa sento sfiorando gli individui di cui sopra. E dal momento che ritengo che questo tipo di persone debba essere isolato il più possibile ignorandoli, da oggi non ne parlerò mai più. Già sfogandomi qui mi sono abbassato in qualche modo al loro livello, di conseguenza per me e per la mia famiglia da oggi diverranno il nulla più assoluto.
Rate this blog entry:
L'amicizia "vera"
Saluti ai parenti
 

Leave your comments

Post comment as a guest

0
Your comments are subject to administrator's moderation.
  • No comments found