promo copia 2

Non sempre è facile

No, non sempre lo è. Vivere lontani dalla terra dove sei cresciuto talvolta è molto difficile. Diciamo che capitano dei giorni duri, dove ti sembra di non vivere in simbiosi col paese che ti ospita, ci si sente scoordinati, si arranca per cercare di "sincronizzarsi" con l'ambiente che ci circonda ma inutilmente. Ogni sforzo è vano. Come se si andasse ad una marcia completamente diversa da quella degli altri, né più lenta né più veloce .... Solo diversa. Ecco come è trascorsa la mia giornata di oggi. Quando capita arriva tutta insieme la consapevolezza di quanto diversi siano i nostri due mondi e di solito non puoi farci niente. Solo aspettare che la giornata passi con la speranza che quella seguente faccia tornare tutto a posto. Ed è nelle giornate come quella di oggi che viene da chiedermi chi me lo abbia fatto fare. Inutile. Il senso di solitudine non lo puoi evitare quando sei così lontano e isolato da casa tua, quella vera, soprattutto quando non c'è nemmeno l'ombra di una pur minima comprensione dello stato d'animo che si vive. Cosa aiuta ? I ricordi, quelli belli della tua Italia, quella che voi tanto disprezzate ma che in questi momenti mi manca da far soffocare. Mi aiuta molto a riviverli la musica... quella sì che ti porta in altre dimensioni. Vi prego. Quando mi scrivete per avere informazioni su come trasferirsi da queste parti mettete in conto anche di dover convivere con questi momenti.... perché ce ne saranno eccome. E per non farsi trovare impreparati è bene pensarci subito. È bene aspettarseli. Perché con tutti gli sforzi che tu possa fare, con tutto l'impegno che tu possa metterci ci sarà sempre qualcuno che ti farà sentire diverso e non parte di loro. La lingua non aiuta. La poca comunicazione forse è il problema maggiore. È terribilmente frustrante aver passato 20 anni della propria vita a comunicare in mille modi diversi grazie al tuo lavoro (e pure con successo aggiungerei) e poi ritrovarsi a regredire a questo stato primordiale che, inevitabilmente, spesso ti relega ai margini della vita sociale. Soprattutto quando il 90% delle persone che si hanno attorno non spiccano certo per intelligenza. L'Australia del sud è così signori miei. Vivo nello stato conservatore del continente, con tutte le sue sfaccettature negative. Provate a chiedere agli italiani che si trovano ad Adelaide adesso...  Vi racconteranno cose che sulle guide della Lonely Planet non troverete mai. Sarebbe anche l'ora di cominciare a raccontarle certe cose no ? Sempre che domani non sia una giornata migliore. 
Rate this blog entry:
Ritorno alla normalità
Reset e via
 

Leave your comments

Post comment as a guest

0
Your comments are subject to administrator's moderation.
  • No comments found